8 Settembre 2023
IL VENEZIANO DIEGO SCARAMUZZA CONFERMATO ALLA PRESIDENZA DI TERRANOSTRA

Rinnovato il consiglio dell’associazione degli agriturismi di Coldiretti Veneto.

Il veneziano Diego Scaramuzza è stato confermato alla guida degli oltre 600 agriturismi di Coldiretti Veneto. L’associazione Terranostra ha rinnovato anche il consiglio direttivo in rappresentanza delle sette province nominando vice il presidente trevigiano Loris De Miranda e i consiglieri Luca Faraon (Venezia) Castellani Elisa (Verona), Francesca  Barbieri (Vicenza), Fabrizio Pescosta (Belluno), Emanuele Calaon (Padova),  Cristiano Pasqualin (Rovigo). Nel gruppo anche Franca Castellani per Donne Impresa, Alex Limana per Giovani Impresa e Mauro Franchi delegato del Socio Fondatore Coldiretti Veneto.

 

Uno spaccato imprenditoriale che raccoglie tutte le esperienze della multifunzionalità in agricoltura: non solo ristorazione, anche accoglienza e ospitalità, con abbinate le espressioni di fattoria didattica e sociale, insieme alle forme svariate di ricezione turistica dall’agri campeggio alle soluzioni per il benessere e la cura della bellezza, fino alla possibilità di praticare sport a tutti i livelli.

 

Collegato durante i lavori dell’assemblea l’Assessore al Turismo e Agricoltura Federico Caner. A livello regionale sono quasi 1500 le aziende agrituristiche per la maggior parte situate in pianura, un terzo in collina e 250 in montagna. La disponibilità è di 44,8 mila posti a tavola, 13mila posti letto. Inoltre 673 malghe custodiscono l’architettura rurale dando forma al paesaggio come espressione dell’identità dei luoghi in una relazione di integrazione tra i sistemi produttivi locali e la conservazione della biodiversità agricola.

 

“Un patrimonio presidiato dalla grande capacità degli agricoltori di rigenerarsi professionalmente – ha detto Diego Scaramuzza ripercorrendo i momenti difficili legati alla pandemia dove proprio gli operatori agrituristici sono diventati il punto di riferimento per i cittadini con la fornitura di cibo presso le abitazioni e la variante asporto. Modalità che tutti gli operatori del settore hanno affrontato con spirito di servizio guidati dall’Associazione Regionale Terranostra, nel chiedere sostegni, creare regole e vademecum in ambito amministrativo e igienico sanitario. Prestazioni che l’amministrazione regionale ha saputo cogliere e leggere in maniera propositiva trovando un’interpretazione legislativa moderna e aggiornando le norme ad hoc”.

 

“Molte iniziative nate in Veneto hanno avuto risonanza nazionale – ha sottolineato  Scaramuzza - a partire dagli Agrichef di Campagna Amica, figure dalla forte connotazione comunicativa che hanno bucato lo schermo riconoscendo al grande pubblico le abilità degli imprenditori agricoli ai fornelli. La formazione ha giocato un ruolo strategico con la “scuola dei cuochi contadini” diventata da Nord a Sud d’Italia una vera accademia. Una brigata di cucina italiana composta da ambasciatori del Made in Italy e della tradizione enogastronomica locale. E ancora il percorso AgriHost per valorizzare l’ospitalità in campagna e il portale logistico “La spesa dal Contadino” che ha messo in rete le aziende agricole della vendita diretta per organizzare gli acquisti.

 

“Il compito che abbiamo a livello locale ma che condividiamo con il consiglio regionale di terranostra, è quello di divulgare la cultura del “km.0” rispettando la stagionalità dei prodotti facendoci ambasciatori delle produzioni agricole di qualità, espressione del territorio e delle bellezze straordinarie della nostra campagna.” Ha affermato Luca Faraon presidente di Terranostra Venezia che farà parte del consiglio regionale rinnovato ieri – cerchiamo anche di far emergere l’impegno che noi agricoltori mettiamo sulla salvaguardia del territorio, in un progetto di sviluppo di sviluppo sostenibile che dia un futuro alle nuove generazioni in agricoltura ma anche di mantenimento del paesaggio, patrimonio che abbiamo il dovere di preservare.”

 

 

 

 

IMPLEMENTAZIONE DI UN CENTRO SERVIZI PER UTENTI E IMPRESE DELLA PESCA E DELL’ACQUACOLTURA

Progetto n° 01/SSL/16/VE-03/SSL/21/VE CUP H79J21011180009 Titolo del Progetto: IMPLEMENTAZIONE DI UN CENTRO SERVIZI PER UTENTI E IMPRESE DELLA PESCA E DELL’ACQUACOLTURA

Campagna Amica

Campagna Amica

IMPLEMENTAZIONE DI UN CENTRO SERVIZI PER UTENTI E IMPRESE DELLA PESCA E DELL’ACQUACOLTURA

Progetto n° 01/SSL/16/VE-03/SSL/21/VE CUP H79J21011180009 Titolo del Progetto: IMPLEMENTAZIONE DI UN CENTRO SERVIZI PER UTENTI E IMPRESE DELLA PESCA E DELL’ACQUACOLTURA

Campagna Amica

Campagna Amica